about

Perché un calzino alla volta?

1 – Perché non sono brava a dare i nomi alla cose

2 – Perché era il primo dominio libero dopo almeno 20 tentativi (il ché dimostra che sarei brava a dare un nome alle cose, se solo fossi più veloce)

3 – Perché dove sia finito il secondo calzino della coppia è uno dei più grandi misteri dell’umanità

 

Ma una volta che sei in piedi davanti all’armadio a fissare quel mucchietto sempre più consistente di calzini spaiati chiedendoti come mai dalla lavatrice escano sempre uno alla volta la mente si apre a infiniti interrogativi: dov’è finito quel golfino così carino che avevo comprato x anni fa e che era il mio preferito nel 1998? E da dove arrivava? Chi ha cucito quella maglia che adoro?

Li portiamo addosso tutto il giorno, sono la nostra seconda pelle e ormai da qualche anno hanno una funzione ben più complessa del banale proteggerci dal freddo. Eppure, il più delle volte, non abbiamo idea di cosa siano davvero fatti i nostri indumenti e da dove arrivino.

Un giorno, per caso, ho visto un documentario sull’industria dell’abbigliamento che mi ha scioccato, senza mezzi termini. Per giorni ho guardato con tristezza ogni singolo capo del mio guardaroba e ho deciso che in seguito avrei riflettuto meglio su quello che compravo.

Ho cominciato a guardare le etichette e valutare meglio i materiali: “I tessuti sono sintetici, quindi non usano componenti animali. Evviva! ma che impatto ha la lavorazione sull’ambiente? – Il capo è prodotto in Italia. Ottimo, dovrebbe essere sinonimo di qualità. Ma da dove arrivano le materie prime? – I materiali di questa maglia sono naturali e la produzione rispetta i lavoratori, ma è disponibile solo in tutte le sfumature del marrone e per di più mi costa mezzo stipendio” E così via…

Il risultato è stato che per mesi non ho comprato più niente, ma purtroppo non si può vivere in pigiama – sigh – e quindi sono dovuta correre ai ripari. Ho cominciato a guardare meglio in giro, informarmi sui brand e sui materiali sul web e parlando con i negozianti… Ed eccoci qua!

Da questa personale ricerca è nato un blog che si prefigge di raccontare la moda sostenibile e prima ancora il viaggio verso uno stile di vita responsabile aiutando prima di tutto me stessa nel viaggio per diventare un persona più sostenibilmente vestita e, in generale, un pochino più responsabile.

Buona lettura!